TERNI - ROMA - TRIESTE
info@thetafeeling.it

Le leggi dell’Universo

Il sito sul Thetahealing® con Nicoletta Ferroni, Master Thetahealing®

Le leggi dell’Universo

 

Nel ThetaHealing si comincia a dare rilievo al Sesto piano d’esistenza particolarmente in tre corsi:

IMG_5491

 

Bambini  Arcobaleno (aperto a tutti)

Dna 3 (dopo Anatomia Intuitiva)

Piani d’esistenza (dopo Anatomia Intuitiva)

 

 

Altrimenti delle Leggi se ne parla molto poco in qualsiasi altro corso e ci si approccia pochissimo.
Cosa significa occuparsi delle Leggi, sempre partendo dal Settimo piano d’esistenza?
Come mai nei corsi Bambini Arcobaleno e Dna 3 molte persone non riescono a spostare oggetti attraverso la Telecinesi?

Noi tutti seguiamo quotidianamente le leggi dell’Universo. Basti pensare a quanto “usiamo” la legge di percezione, proiezione, risonanza e attrazione, la legge del tempo edel movimento.

Pensiamo a quando cuciniamo qualcosa: usiamo gli elementi del primo e secondo piano d’esistenza (arnesi metallici, farine, olio, verdure), lavoriamo dal terzo piano, poi forse andiamo al quarto piano se cuciniamo una ricetta di un nostro antenato; possiamo farci guidare dagli angeli del quinto piano, ma se usiamo un frullatore o un forno elettrico stiamo dialogando con la legge dell’elettricità. E comunque per legge di risonanza cuciniamo qualcosa che ci “risuona”.

Tuttavia, non sempre ci pensiamo. Spesso spostiamo oggetti senza accorgercene, ma quando poniamo attenzione, ci accaniamo con la legge del movimento e l’oggetto rimane immobile.
Spesso entriamo in sfida con le leggi dimenticandoci che anche le leggi hanno il loro libero arbitrio e soprattutto se le sfidiamo potremmo non ottenere alcun risultato.
Le convinzioni più comuni che impediscono un sano dialogo con le Leggi anche attraverso il Creatore di Tutto ciò che E’ sono:

“la materia è pesante”
“le leggi sono più forti di me”
“non ho bisogno di nessuna legge per vivere”
“sono anarchico quindi non rispetto le leggi”

 

 

Un modo per risolvere questa relazione alterata con le leggi è, attraverso il Creatore di Tutto ciò che è (che quindi costituisce anche le leggi del sesto piano) chiedere alla Legge della Compassione di mostrarci che tutte le leggi sono armoniche, in quanto costituite anche esse dall’Amore incondizionato del Creatore di Tutto ciò che è, di mostrarci che, benché ogni legge sottende un’altra legge, non esiste una gerarchia, come possiamo intendere dal nostro punto di vista.
Poiché le leggi cooperano senza lotta, sono una al servizio dell’altra e tutte si modulano in armonia, non c’è da immaginare che una è più forte dell’altra, così come quando diciamo che la Legge della Compassione piega le altre leggi significa che attraverso laLegge della Compassione possiamo far in modo che le altre leggi comunichino con noi senza ostilità e senza accanimento.
Tra di loro esiste questa comunicazione. E’ tra di noi che perdiamo questa visione cooperativa del dialogo delle leggi.
Infine un’altra convinzione depotenziante è: “L’Amore è una legge.”
Credere in questo ci impedisce di sentire che l’Amore è il Tutto ciò che E’ è l’energia suprema di cui siamo tutti costituiti.
Credere che l’Amore è una Legge ci potrebbe mettere in condizione di sfidare l’Amore come tutte le altre leggi e che quindi potremmo anche farne a meno.
Scoprire le nostre convinzioni sulle Leggi ci libera da tanta fatica e da tanti sforzi.
Buona ricerca e buona tras-form-azione

Nicoletta Ferroni, Master in ThetaHealing