fbpx

Ti piacerebbe sapere che il Creatore è anche l’aria che respiri?

Nell’aria che inspiriamo ci sono i seguenti gas:

78% Azoto

21% Ossigeno

0% Anidride carbonica

1% gas in traccia (elio, argo, ozono, idrogeno)

 

Mentre nell’espirazione:

78% Azoto

17% Ossigeno

4% Anidride carbonica

1% gas in traccia

Quando espiriamo poco, trattenendo l’espirazione (fenomeno alquanto diffuso) la quantità in eccesso che tratteniamo nei nostri polmoni può portare a fenomeni di ACIDOSI, ovvero una tendenza alla riduzione del ph del plasma corporeo con eccesso di acidità inferiore ai valori 7,35) a causa di una ridotta eliminazione dell’anidride carbonica attraverso i polmoni, cosiddetto fenomeno di acidosi respiratoria.

Un accumulo di anidride carbonica cosiddetta Ipercapnia rimane così nel sangue fino alla manifestazione dell’acidosi metabolica, ovvero un accumulo di acidi nell’organismo.

Questo fenomeno, oltre che manifestarsi quando espiriamo poco, avviene anche quando inspiriamo in ambienti chiusi dove ci sono molte persone o quando respiriamo con la mascherina, inspirando l’anidride carbonica che abbiamo appena espirato.

Laddove invece ci blocchiamo nell’inspirazione (ovvero quando inspiriamo superficialmente e di fretta dopo aver forzato l’espirazione) si manifesta l’ALCALOSI metabolica, ovvero un’alterazione del ph del plasma corporeo al di là sopra dei valori fisiologici (circa 7,4) dovuta a una diminuzione dell’anidride carbonica insieme a un accumulo compensatorio del bicarbonato. (il bicchier d’acqua a cui spesso ricorriamo è infatti un modo per ovviare all’alcalosi metabolica).

Ora l’intento per cui sto riportando queste informazioni tratte parzialmente dal mio libro  FORZA, CALMA E LUCIDITA’ attraverso il Respiro, ed. Sìhttps://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__forza-calma-lucidita-attraverso-il-respiro.php?id=49202

è invitare tu che mi stai leggendo a questo download:

“Ti piacerebbe sapere, sentire, riconoscere e ricordare che meriti di inspirare tutta l’Aria che desideri? Che sei su questo pianeta per respirare? E che sai sentirti al sicuro nell’espirare l’Aria, senza paura di rimanerne senza? Certo che dopo ogni espirazione puoi di nuovo inspirare? Sapendo che l’Aria da respirare è infinita per te semplicemente perché sei vivo? E che il Creatore di Tutto ciò che E’ è anche nel tuo respiro?”

Se ti piace, puoi scrivere “Sì, grazie” qui sotto nei commenti!

Nicoletta Ferroni

Write a comment

Questo sito utilizza i cookie, proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.